Tracce di Sport è un'attività di ricerca e comunicazione, cha ha avuto avvio nell'estate 2010 con un viaggio in Italia, nato su iniziativa di Elena Donaggio (ricercatore IRS - area Politiche Urbane e Territoriali) e Andrea Zorzi (ex-pallavolista e giornalista) con l'obiettivo di guardare allo sport dalla duplice prospettiva del ricercatore e dello sportivo.

Obiettivi generali del progetto
Siamo convinti che ci troviamo oggi in una fase di profonda revisione, con alcune domande che sollecitano risposte innovative e sperimentali per integrare lo sport con il welfare locale, gli spazi collettivi della città e i percorsi educativi scolastici.franck muller casablanca replica
In questa fase crediamo sia di fondamentale importanza creare occasioni di dialogo con soggetti e pubblici diversi (istituzioni, scuola, università, enti pubblici, allenatori, sportivi, appassionati, etc) e sperimentare nuovi linguaggi e modalità di comunicazione per raccontare questo universo.

Le trasformazioni avvenute negli ultimi decenni hanno reso la domanda di sport estremamente variegata e complessa.
La ridefinizione del concetto di sport, che attualmente ingloba realtà eterogenee che hanno necessita e finalità molto diverse tra loro, è una priorità.
Lo sport ha infatti un grande potenziale per contribuire ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva del nostro paese, grazie ai suoi effetti positivi sull'inclusione sociale, sull'istruzione, sulla formazione e sulla salute pubblica. Esso aiuta a contenere l'aumento della spesa sanitaria e per la sicurezza sociale migliorando la salute e la produttività della popolazione e garantendo una migliore qualità della vita; contribuisce alla coesione sociale abbattendo le barriere sociali e migliora l'occupabilità grazie al suo impatto sull'istruzione e la formazione.

Prospettive

Nell'identificare le nuove sfide che lo sport ha davanti a sé riteniamo che sia importante distinguere e rileggere questo insieme di attività e pratiche a partire da un diverso punto di vista che ne rimetta al centro principalmente il recupero di un'idea di attività fisica e motoria come pratica che costituisce parte integrante della vita quotidiana di una grande fetta della popolazione, offrendo a tutti la libertà di scegliere e decidere della propria vita sportiva e ampliando lo spettro delle offerte e delle opzioni che vengono messe a  disposizione dei cittadini.
Lo sport così inteso può esprimere un grande potenziale per contribuire ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva del nostro paese, grazie ai suoi effetti positivi sull'inclusione sociale, sull'istruzione, sulla formazione, sulla salute pubblica e sull'ambiente.

A partire da questo ambito di interesse generale, il nostro progetto ha identificato alcuni temi prioritari per il raggiungimento delle finalità sopra enunciate e che potrebbero rappresentare terreno di lavoro comune.
Nello specifico, possono essere così definiti:
- promozione ed incentivazione della pratica sportiva spontanea all'aperto negli spazi pubblici, nell'idea che lo sport, se pensato come una funzione rilevante della qualità e della vivibilità delle nostre città, può contribuire anche alla riqualificazione e riappropriazione dello spazio pubblico da parte dei cittadini, favorendone al contempo la salute, il benessere e ricostruendo un legame più stretto con i luoghi e con il territorio;
- promozione dei valori legati allo sport ed in particolare dell'importanza, in questo momento storico, di fare esperienza positiva della dimensione competitiva, all'interno di un ambito caratterizzato da regole chiare e definite dove apprendere a confrontarsi con gli altri e con i propri limiti ed eventualmente a superarli;
comunicazione e ricerca di linguaggi innovativi per raccontare il mondo dello sport;
attività di ricerca e indagine volte a comprendere e analizzare i legami tra sport, società e territorio.

Tutto il materiale prodotto fino a questo momento si trova sul sito del progetto: www.traccedisport.com