Politiche e servizi sociali e sanitari

Valutazione, qualità e comunicazione sociale

L'Area Politiche e servizi sociali e sanitari si occupa di sviluppo della qualità, rendicontazione e comunicazione sociale frequentando in particolare alcuni temi e campi di ricerca:

  • Bilancio sociale
  • Carta dei servizi
  • Sportello sociale e Segretariato sociale
  • Accreditamento e percorsi di miglioramento della qualità.

Bilancio sociale

Da alcuni anni l'IRS ha avviato una riflessione mirata a promuovere e diffondere la pratica della social accountability e della responsabilità sociale d'impresa, attraverso l'organizzazione e la partecipazione a seminari e convegni sul tema, la pubblicazione di due numeri monografici di Prospettive Sociali e Sanitarie, la redazione di articoli su riviste specializzate e l'accompagnamento diretto alla redazione di bilanci sociali e di mandato. In particolare, attraverso la progettazione partecipata del bilancio sociale l'IRS mira ad accompagnare le pubbliche amministrazioni, le Asl e i soggetti del privato sociale, alla costruzione di un fondamentale strumento di programmazione e di controllo strategico nonché di un veicolo altrettanto fondamentale di comunicazione interna ed esterna, in una logica di trasparenza e responsabilità.

Dal 2005 l'IRS ha attivato una partnership con SENECA (Social Environmental Ethical Consulting and Auditing) per fornire consulenza in particolare nel campo della rendicontazione sociale pubblica.

Tra i principali e più recenti interventi in questi ambiti segnaliamo:

  • Bilancio Sociale del Comune di Treviglio (BG) (2008)
  • Bilancio Sociale Partecipato del Comune di Giussano
  • Bilancio Sociale del settore servizi sociali del Comune di Rho 
  • Bilancio di Mandato 2001-2005 del Comune di Ponte San Pietro

(In fondo alla pagina, scarica il documento di presentazione Irs-Seneca)

Carte dei servizi

La legge di riforma dell'assistenza propone la Carta dei servizi sociali quale strumento privilegiato per realizzare percorsi di valutazione della qualità che tengano conto del punto di vista dei cittadini/utenti dei servizi. La costruzione della Carta rappresenta quindi un'opportunità di apprendimento organizzativo per la realizzazione di servizi che puntino al miglioramento continuo della qualità. Dal punto di vista delle funzioni informative e comunicative della Carta è possibile integrare le potenzialità degli strumenti di Information and Communication Technology realizzando siti web specificamente rivolti alla popolazione. In chiave di progettazione partecipata l'IRS ha curato attività di formazione e accompagnamento agli operatori e ai responsabili dei servizi di Comuni, Ambiti distrettuali, Province e Organizzazioni del Terzo settore, contribuendo tra l'altro a far emergere nodi e punti di contatto relativi alla tematica dell'accreditamento istituzionale. IRS ha inoltre approfondito i livelli territoriali del "sistema carta", al fine di elaborare linee guida per la costruzione della Carta di Ambito. Tale prospettiva si connette strettamente alla partita del Piano sociale di zona e, in particolare, alla definizione dei livelli essenziali di assistenza (Liveas).

Tra i principali e più recenti interventi in questi ambiti segnaliamo:

Sportelli sociali e segretariato sociale

Tra le strategie del governo del Welfare, miranti a garantire a tutti i cittadini equità e accessibilità ai servizi e agli interventi, trovano collocazione anche gli sportelli sociali. Punto di riferimento per la popolazione, lo sportello sociale non solo fornisce informazioni sui diritti, le opportunità e le risorse disponibili territorialmente ma, adeguatamente strutturato e organizzato, diventa uno strumento utile ai fini della programmazione locale. L'IRS può accompagnare Comuni, Ambiti distrettuali e Aziende sanitarie nella progettazione organizzativa di sportelli sociali, affiancando a tale attività la costruzione ed implementazione della strumentazione necessaria alla ricognizione della domanda sociale e all'analisi e valutazione della capacità di risposta del sistema locale dei servizi. Tra le esperienze più recenti condotte a livello distrettuale si segnalano percorsi di progettazione delle reti di accesso al sistema dei servizi sociali attraverso sportelli territoriali, e di costruzione ed implementazione di strumenti di lavoro per operatori (le cartelle sociali), in grado di consentire una periodica rilevazione del bisogno sociale locale e delle modalità di risposta adottate. Abbiamo inoltre condotto diversi corsi di formazione per equipe di assistenti sociali, finalizzati a valutare e riprogettare il segretariato sociale professionale.

Tra i principali e più recenti interventi in questi ambiti segnaliamo:

  • Progetto di ricerca-formazione sul Segretariato Sociale Professionale nella Provincia di Milano
  • La costruzione e l'informatizzazione della Cartella Sociale, quale strumento di valutazione della domanda, dell'intervento e del bisogno sociale del territorio
  • Lo sportello sociale nel Distretto di Sassuolo
  • Il segretariato sociale nel Comune di Brescia
  • Il segretariato sociale nell'Ambito di Seregno (MI)

Accreditamento e percorsi di miglioramento della qualità

L'introduzione di nuovi modelli gestionali nell'ambito dei servizi alla persona chiama oggi enti pubblici e organizzazioni che operano nel settore dei servizi sociali e sociosanitari ad operare in termini di qualità delle prestazioni rese e di un rapporto costi/benefici giustificabile e sostenibile. Diviene quindi importante, per una crescita organizzativa in linea con le aspettative dei cittadini, sviluppare strumenti rivolti ad implementare la qualità nell'organizzazione, nella gestione e nei servizi erogati. L'IRS si propone con un ruolo tecnico per realizzare percorsi di accompagnamento alla costruzione di sistemi di gestione della qualità che possono interessare organizzazioni che operano nel settore dei servizi socio-assistenziali e sociosanitari, secondo un modello di intervento orientato allo sviluppo organizzativo dei servizi.

Tra i principali e più recenti interventi in questi ambiti segnaliamo:

Scarica il documento di presentazione Irs-Seneca