www.irs-online.it

NEWSLETTER n. 31 - Dicembre 2019

Se ha problemi a visualizzare il messaggio, può accedere alla versione online.

irs focus on

vai

irs lavora - I progetti

vai

irs lavora - Gli eventi e le pubblicazioni

vai

irs segnala

vai

irs focus on

La sostenibilità sociale nell’Agenda 2030

di Chiara Crepaldi
Nel settembre 2015, all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite i paesi in tutto il mondo hanno firmato l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile sottoscrivendo i suoi 17 Obiettivi (SDG). I leader mondiali si sono impegnati a porre fine alla povertà, a proteggere il pianeta e a garantire che tutte le persone godano di pace e prosperità. I 17 obiettivi di sviluppo sono articolati in 4 blocchi: il pilastro sociale, il pilastro economico, il pilastro ambientale, la governance del sistema (lo sviluppo sostenibile infatti non è implementabile senza una adeguata governance multilivello). L’aspetto fondamentale sui cui focalizzare l’attenzione è che è sufficiente che uno dei 4 pilastri cada per far cadere anche gli altri.
Mentre i pilastri della sostenibilità ambientale ed economica sono stati negli anni ampiamente studiati ed elaborati, negli ultimi anni le sfide sociali sono diventate sempre più centrali nelle riflessioni inerenti il modello di sviluppo occidentale. Vi è oramai una chiara consapevolezza del fatto che senza coesione sociale sarà difficile conseguire gli Obiettivi di sviluppo sostenibile – con particolare riferimento all'obiettivo chiave espresso dall'Agenda 2030 di non lasciare indietro nessuno e di un maggiore benessere per tutti.
L’Europa si è trovata negli ultimi anni ad affrontare diverse sfide che presentano un chiaro impatto sociale, e che richiedono una risposta globale all’azione politica locale, nazionale europea e mondiale:
- la crescente disuguaglianza tra le generazioni richiede un'attenzione più forte sul pianeta che sarà consegnato ai giovani che si troveranno a vivere in un contesto di ridotte opportunità e risorse sociali, sanitarie, economiche e ambientali;
- i cambiamenti climatici, la diminuzione delle risorse, l'insicurezza alimentare nei paesi meno sviluppati aumentano la migrazione forzataverso i paesi più sviluppati, i quali si trovano invece ad affrontare un enorme squilibrio demografico, nonché una crescente carenza di manodopera e professionalità non solo nell’industria ma anche, e soprattutto, nell’ambito della cura e dei servizi alla persona;
- condizioni di lavoro, crescita economica, uguaglianza e lotta alla povertà sono questioni strettamente interconnesse nell'ambito degli obiettivi dell'Agenda 2030 e che non possono che essere trattate nell’ambito di una piattaforma comune capace di coniugare politiche di sviluppo economico sempre più verde, capaci di produrre lavoro dignitoso, retribuito equamente (e dunque capace di ridurre la “in-work poverty”), su un piano di parità di genere e di uguaglianza tra i lavoratori, in un contesto nel quale promuovere il superamento della discriminazione nei confronti di migranti, persone vulnerabili, donne, minoranze;
- le disparità territoriali non solo tra le regioni e le aree di ogni paese, ma anche tra i diversi  paesi europei e tra i paesi europei e il resto del mondo mettono a rischio il futuro sviluppo di molti territori. L'accesso a servizi, opportunità e infrastrutture fondamentali (trasporti, banda larga, sanità, scuole, ecc.) è distribuito in modo diseguale tra la popolazione con regioni remote, rurali e svantaggiate che si trovano sempre più in ritardo e carenti di servizi. Bambini, adulti in età lavorativa ed anziani in tali contesti non riescono ad accedere a servizi essenziali in grado di garantire una buona qualità della vita e condizioni di salute accettabili. Si tratta di sfide che possono essere affrontate solo con politiche economiche, industriali, sociali, migratorie ed ambientali integrate, seguendo l’approccio dell'Agenda 2030.
Il tema chiave su cui fino ad oggi si è fatto davvero troppo poco è quello della diseguaglianza tra le generazioni: i giovani non avranno infatti le stesse opportunità dei loro padri. Il Reflection paper 2019 della Commissione Europea definisce lo sviluppo sostenibile come "lo sviluppo che soddisfa le esigenze delle generazioni presenti senza compromettere la capacità delle generazioni future di riuscire a soddisfare i propri bisogni". Il punto chiave della sostenibilità sociale è dunque la giustizia tra le generazioni. Finora si è sempre pensato di promuovere politiche atte a salvaguardare in particolare gli anziani, con l’idea che i giovani sarebbero comunque stati meglio dei loro padri (oltre che per un evidente interesse elettorale), ma ora è chiaro che non sarà così.
Nel suo discorso di insediamento la neo Presidente della Commissione Europea Von Der Leyen ha affermato che la «via europea» consiste anche nel creare un’Unione più giusta ed egualitaria. Per muovere in questa direzione e assicurare l'interconnessione necessaria tra gli obiettivi la Presidente Von Der Leyen ha chiesto ai Commissari designati di garantire, in ciascun settore, la realizzazione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile, con particolare attenzione alla dimensione della sostenibilità sociale. La Von Der Leyen ha dunque promesso di ridefinire il Semestre europeo“per trasformarlo in uno strumento che integri gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”.
Gli obiettivi di sviluppo sostenibile hanno la finalità di rappresentare una bussola e una mappa: offrono una prospettiva a lungo termine, che trascende le considerazioni a breve termine e le scelte politiche dettate da considerazioni di opportunità politica. L’Agenda inoltre non è una mera dichiarazione di intenti: essa ha fissato chiari obiettivi da raggiungere e un meccanismo di monitoraggio che consenta di valutare nel tempo l’impatto delle azioni messe in campo.
IRS lavora da anni su quasi tutti i temi toccati dai 17 obiettivi, in chiave sempre più trasversale coinvolgendo congiuntamente le diverse aree dell’Istituto, con una particolare attenzione al tema della sostenibilità sociale. In particolare stiamo lavorando sempre più frequentemente sui temi della valutazione dell’impatto sociale dei progetti finanziati da Regioni, Fondazioni di origine bancaria e dall’Impresa Sociale Con i Bambini. 

741

irs lavora - I progetti

Comunità di Pratiche sulla coprogettazione

IRS, in collaborazione con welforum.it – Osservatorio nazionale sulle politiche sociali, ha avviato una Comunità di Pratiche sulla coprogettazione alla quale hanno aderito oltre 25 Enti fra enti pubblici (aziende pubbliche di servizi alla persona, singoli Comuni) soggetti del Terzo settore (singole cooperative o organismi di secondo livello quali Forum Terzo Settore e Legacoop) e Fondazioni Bancarie. La Comunità di Pratiche è un’opportunità di conoscenza, approfondimento e scambio fra soggetti finalizzata a: 
- realizzare letture trasversale dei dati, da cui trarre elementi di conoscenza e spunti utili al dibattito;
- costituire uno spazio di conoscenza e confronto;
- dare visibilità alle esperienze e ai materiali dei singoli enti, tramite schede sintetiche;
- sperimentare metodi di lavoro replicabili.
L’8 novembre 2019 si è tenuto il primo seminario di lavoro dal titolo "Coprogettazione e strumenti collaborativi, fra luci e ombre"  al quale hanno partecipato oltre 50 persone. 
La Comunità di Pratiche è condotta e realizzata da Ugo De AmbrogioCecilia Guidetti e Gianfranco Marocchi, in collaborazione con esperti specifici in campo legale e amministrativo.
Per saperne di più potete rivolgervi a Federica Picozzi.

742

CO.N.T.R.O. - COunter Narratives AgainsT Racism Online

IRS è partner scientifico del progetto CO.N.T.R.O., coordinato dall’UNAR - l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e  finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma REC (Rights, Equality and Citizenship Programme). L’obiettivo generale del progetto è il contrasto al razzismo, alla xenofobia e alle altre forme di intolleranza diffuse attraverso discorsi di incitamento all'odio online (hate speech online), attraverso lo sviluppo di contro-narrative, ovvero la diffusione sul web di contenuti che contrastino i messaggi di odio, al fine di aumentare la conoscenza e la consapevolezza rispetto al dilagare di questo fenomeno. Tra le azioni principali vi sono: la rilevazione e l’analisi a livello nazionale ed europeo di strumenti e di pratiche da utilizzare per prevenire efficacemente e combattere il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza diffuse attraverso discorsi di odio online e lo scambio di dati e informazioni tra diversi portatori di interesse a livello nazionale (Istituzioni e società civile).
Per saperne di più potete rivolgervi a Flavia Pesce.
 

743

Gender inequalities in unpaid care work and on the labour market in the EU - Review of the implementation of Area F-Women and the Economy of the BPfA

Lo studio, commissionato da EIGE, mira ad approfondire la relazione tra le disparità di genere nel lavoro di cura non pagato e le più ampie disparità di genere nel mercato del lavoro.
In questo contesto, l’analisi ha tre obiettivi specifici:
- migliorare la comprensione dei collegamenti tra disuguaglianze salariali nel mercato del lavoro e assistenza non retribuita negli Stati Membri dell'UE, valutando in che modo le disparità di genere nelle attività di assistenza non retribuite sono collegate ai divari di genere nelle retribuzioni / guadagni nel mercato del lavoro;
- migliorare la comprensione dei fattori individuali e di policy che influenzano le decisioni delle famiglie di esternalizzare / internalizzare il lavoro di cura; 
- migliorare la comprensione delle tendenze verso un'equa ripartizione delle attività di assistenza non retribuite all'interno delle famiglie e le politiche che supportano tale condivisione al fine di fornire suggerimenti di policy.
Per saperne di più potete rivolgervi a Flavia PesceNicoletta Torchio.
 

Scuola IRS per il Sociale

La Scuola IRS per il Sociale sta preparando i nuovi corsi per il 2020: tra gli altri, in partenza a Febbraio un ciclo di incontri di supervisione per operatori sociali. Previsto per Marzo invece il nuovo corso TU CHIAMALE SE VUOI EMOZIONI - Gli strumenti dell’Analisi Transazionale nelle relazioni d’aiuto. 
Per saperne di più potete visitare il sito della scuola o rivolgervi a Federica Picozzi.
 

745

Servizio di Gestione Coordinamento e Sviluppo di Agenda 21 Locale dei Comuni dell’Est Ticino 2019-2021

Il servizio consiste in un accompagnamento al Comune di Abbiategrasso per l’attuazione e coordinamento dell’Agenda 21 Locale dei Comuni dell’Est Ticino. In particolare, IRS supporterà il Comune di Abbiategrasso nella gestione del Laboratorio Agenda 21, nella definizione e nell’attuazione di attività di comunicazione sui temi dello sviluppo sostenibile rivolte alla cittadinanza e di processi partecipativi in questo ambito (forum, ecc.) e nel monitoraggio delle attività realizzate nell’ambito dell’Agenda 21.
Per saperne di più potete rivolgervi a Erica Melloni.
 

Servizio di valutazione ex-post relativa alla Programmazione Regionale 2007-2013 in materia di Occupazione – POR Puglia FESR-FSE 2014-2020

IRS, in partnership con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, sta conducendo il Servizio di valutazione ex-post in materia di occupazione relativa alla Programmazione Regionale 2007-2013. La valutazione è volta ad analizzare i risultati conseguiti e l’efficacia delle diverse tipologie di interventi implementati sull’Asse II – Occupabilità nel corso della Programmazione 2007-2013, nell’ambito delle politiche attive e passive del lavoro (in specifico il Programma “Welfare to Work”- Azione di sistema per il re-impiego di lavoratori svantaggiati e l’Avviso 2/2011 “Dote occupazionale”) e delle politiche ed interventi finalizzati al lavoro autonomo e all’avvio di imprese.
Tra le attività che verranno realizzate vi sono la mappatura degli interventi realizzati sull'Asse II- Occupabilità ed approfondimenti tematici sul “Programma Welfare to work”, sulla “Dote occupazionale” e sugli interventi di “Promozione del lavoro autonomo e di avvio di impresa”.
Per saperne di più potete rivolgervi a Nicola Orlando.
 

Ubuntu – Io sono perché tu sei. L’indagine conoscitiva sui bisogni e le aspettative delle famiglie del Comune di Formello

IRS è impegnata,  nell’ambito del piano di accompagnamento alla costituzione della cooperativa di comunità Ubuntu, nella realizzazione di una indagine conoscitiva sui bisogni e le aspettative delle famiglie del comune di Formello al fine di fornire indicazioni utili per il disegno della cooperativa, sia in termini più generali di mission e di vision, sia nei termini più operativi per la definizione del business model di Ubuntu e dei servizi che dovrà offrire alla comunità locale. L’obiettivo è quello di portare alla luce i desideri, le aspettative e i bisogni delle famiglie formellesi: di aggregazione e coesione, educativi e di tipo mutualistico. A tal fine è stata realizzata una indagine desk per ricostruire un quadro il più possibile esaustivo delle caratteristiche e del sistema di offerta del contesto comunale di Formello e una indagine presso la popolazione ed un focus group di approfondimento qualitativo rispetto alle risultanze emerse.
Per saperne di più potete rivolgervi a Daniela Oliva.
 

Virtual Insanity - Transparency in Digital Political Advertising

Progetto promosso da EPD-European Partnership for Democracy e finanziato da Civitates, mira a rafforzare le politiche europee che promuovono una maggiore trasparenza nelle campagne politiche/elettorali digitali sponsorizzate, contribuendo al miglioramento della trasparenza delle campagne politiche condotte attraverso i social network e delle strategie comuni di monitoraggio. Il progetto si sviluppa attraverso un’analisi di casi in tre Paesi: Italia, Repubblica Ceca, Olanda. In Italia, il progetto ha previsto una analisi della campagna politica a pagamento promossa attraverso tre piattaforme on-line (Facebook, Twitter, Google), interviste a testimoni privilegiati e un “National policy dialogue” tra stakeholder a livello nazionale. Scarica il rapporto.
Per saperne di più potete rivolgervi a Erica Melloni e Gaia Giombelli.
 

irs lavora - Gli eventi e le pubblicazioni

Conferenza Finale #WSlalom

Si è tenuta a Lisbona il 3 dicembre 2019, la conferenza finale di WSlalom, progetto cofinanziato dal Programma Erasmus+ finalizzato a aumentare l'inclusione sociale delle ragazze e dei ragazzi (6-18 anni) con disabilità motorie attraverso la promozione dello sport su sedia a rotelle. Alla conferenza erano presenti per IRS Flavia Pesce ed Elena Ferrari, in qualità di partner responsabili delle attività di valutazione dell’impatto sociale del progetto. 
Per saperne di più potete rivolgervi a Flavia Pesce.
 

750

Forme e dimensioni della violenza contro le donne ed evoluzione delle politiche pubbliche

Manuela Samek Lodovici e Daniela Loi hanno preso parte come docenti al proseguo dei corsi formativi su “Forme e dimensioni della violenza contro le donne ed evoluzione delle politiche pubbliche” rivolti alle Forze dell’ordine - Arma dei Carabinieri e Polizia di Stato - (4 incontri) che si sono tenuti nelle Province di Brescia, Bergamo, Como e Monza-Brianza.
Hanno inoltre partecipato come docenti ai nuovi corsi diretti ai medici generali (12 incontri) che si sono tenuti in diverse Province lombarde e a quelli rivolti alla Polizia Locale (6 incontri). I corsi si sono svolti a partire dal mese di giugno e si sono conclusi a inizio dicembre 2019.
Per saperne di più potete rivolgervi a Daniela Loi.

Gender Dimension of the EU Cohesion Policy

Lo scorso 4 novembre, in occasione dell’#EqualPayDay europeo, Manuela Samek Lodovici ha presentato i risultati dello studio “Gender Dimension of the EU Cohesion Policy”, realizzato da IRS per conto del Parlamento Europeo - Policy Department for Structural and Cohesion Policies, DG for Internal Policies. Lo studio ha analizzato come la dimensione di genere e il principio di parità tra donne e uomini siano presi in considerazione nella politica di coesione dell'UE nell’attuale periodo di programmazione 2014-2020. Obiettivo è stato quello di fornire input per il dibattito su come migliorare la promozione della parità di genere e della non discriminazione nella programmazione post 2020. In dettaglio, lo studio ha considerato come la dimensione di genere sia stata integrata nel FSE e nel FESR nelle fasi di programmazione, implementazione e monitoraggio con un focus su otto casi studio (Francia, Germania, Italia, Spagna, Romania, Polonia, Svezia e Irlanda) evidenziando sfide presenti e future ed indicazioni di policy a livello sia europeo che nazionale.
Scarica la pubblicazione
Leggi l’articolo de Il Sole 24 Ore
Visualizza la presentazione
Per saperne di più potete rivolgervi a Manuela Samek Lodovici.
 

Older Workers - Risultati di una ricerca-azione e proposte di co-progettazione

Si è tenuto il 30 ottobre 2019 a Trento presso la sala Conferenze del MUSE il workshop “Older Workers. Risultati di una ricerca-azione e proposte di co-progettazione”, momento di approfondimento e confronto sui lavoratori senior in provincia di Trento. L'evento è stato organizzato al termine dell’attività progettuale “Progetto di ricerca-azione destinato al sostegno dell’innovazione sociale e inclusione in contesti lavorativi” promossa dall’Assessorato allo sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia Autonoma di Trento e realizzata dal Raggruppamento Temporaneo di Impresa tra IRS e For.eS. tra il 2017 e il 2019. Al convegno hanno partecipato sia studiosi del tema come anche stakeholder locali che hanno preso parte all’esperienza della ricerca-azione.
Per saperne di più potete rivolgervi a Daniela Oliva.

753

Seminario ESPON Shaping the “Next Economy”: The Territorial Dimension of the Future of Work in Southern Europe

IRS ha partecipato, con un intervento di Cristina Vasilescu su “The Geography of New Employment Dynamics in Europe: the potential role of the Knowledge Economy”  al seminario ESPON Shaping the “Next Economy”: The Territorial Dimension of the Future of Work in Southern Europe tenutosi lo scorso 30 ottobre a Bucarest.
Gli esiti dell’incontro e le presentazioni discusse durante il seminario sono disponibili a questo link.
Per saperne di più potete rivolgervi a Cristina Vasilescu.
 

“Il Punto” di Welforum.it – Osservatorio nazionale sulle politiche sociali

Welforum.it, progetto portato avanti da ARS in collaborazione con IRS, ha concluso il suo terzo anno di attività proseguendo con successo il suo aggiornamento quotidiano nonché l’organizzazione di seminari e la pubblicazione di raccolte monotematiche nell’ambito del “Punto di Welforum”. Segnaliamo in particolare la recente uscita di due raccolte, la prima dal titolo “Salario minimo: paure e speranze” e la raccolta di materiale tratta dal seminario tenutosi a Roma in maggio: Reddito di cittadinanza e oltre. Per contrastare la povertà, combinare più politiche. 
Welforum.it è un sito ad accesso libero che propone con continuità commenti e approfondimenti sui principali temi di confronto sulle politiche sociali, con informazioni, segnalazioni, articoli, interviste, dossier e seminari tematici. Per restare aggiornati sulle novità del sito è possibile iscriversi alla newsletter, o seguire le pagine FacebookTwitter e Linkedin. Per saperne di più potete rivolgervi a Francesca Susani

755

Prospettive Sociali e Sanitarie – Campagna Abbonamenti 2020

Con l’avvio della campagna abbonamenti 2020 entriamo nel cinquantesimo anno di pubblicazione della storica rivista edita da IRS: Prospettive Sociali e Sanitarie. L’abbonamento decorre da gennaio a dicembre e prevede l’invio degli arretrati usciti da inizio anno. Possibilità di accesso online agli archivi caricati dal 1996.
Per chi si abbona subito, tariffe scontate fino al 31.12.2019. 
Per saperne di più potete visitare il sito della rivista o rivolgervi a Francesca Susani.

756

irs segnala

Chiusura uffici

Gli uffici rimarranno chiusi in occasione del periodo natalizio dal 24/12/2019 al 6/1/2020. Per urgenze è possibile scrivere alla casella irsmi@irsonline.it.
IRS augura a tutti Buone Feste!
 

757

XXIII Congresso AIV – Call for paper e panel

E’ stata pubblicata di recente la “call for paper e panel” del XXIII congresso dell’Associazione Italiana di Valutazione (AIV) che si terrà a Bari presso il Dipartimento di Scienze Politiche (Palazzo del Prete) dal 2 al 4 aprile 2020. 
La call è disponibile sul sito dell’AIV.

© 2020 Istituto per la ricerca sociale, via XX Settembre 24, 20123 Milano.