Reticulate

2021 - in corso

Nell’ambito della call EaSI – Occupazione e Innovazione Sociale – Asse Progress (VP/2020/003), ha preso avvio a novembre 2021 il progetto europeo RETICULATE, di cui IRS è partner scientifico. Il progetto, coordinato da ANCI-Federsanità Toscana, si propone la sfida ambiziosa di impostare e sperimentare, in quattro territori toscani, modelli di one stop shop, per l’accesso, la presa in carico e l’erogazione di interventi integrati rivolti alle persone e famiglie particolarmente vulnerabili, in particolare senza dimora e straniere. Tra i partner di progetto anche European Social Network (ESN), la fio.PSD (Federazione Italiana Organismi Persone Senza Dimora), ARTI (Agenzia Regionale Toscana per l’Impiego) ed INPS. Sono inoltre partner associati Regione Toscana, Action Aid Italia, la Directorate for the Fight Against Poverty del Ministero del Lavoro e Affari Sociali, Greco ed il Public Planning Service for Social Integration di Bruxelles.
Per saperne di più: Daniela Mesini

Committente: Commissione europea

Verso un sistema integrato di interventi per il contrasto alla povertà

2021 - in corso

Percorso di accompagnamento finalizzato alla modellizzazione di un nuovo sistema integrato di interventi di contrasto alla povertà sul territorio del Distretto Sociale Sud-Est Milano, articolato su più livelli:
- professionale-operativo, per un ripensamento anche culturale delle modalità di lavoro degli operatori, particolarmente urgente in questa fase pandemica di progressiva complessificazione dei bisogni;
- di governance e programmatorio, a partire da una mappatura, analisi e rilettura dei progetti, dei soggetti, delle azioni e delle numerose risorse in gioco per il contrasto alla povertà
- di co-progettazione con i soggetti del terzo settore attraverso laboratori dedicati.

Per saperne di più potete rivolgervi a Daniela Mesini (dmesini@irsonline.it)

Committente: ASSEMI – Azienda Sociale Sud Est Milano

Comunità di Pratica per l’applicazione del Budget di Salute in Toscana

2020 - in corso

Regione Toscana ha deliberato nel 2021 specifiche linee guida sulla progettazione personalizzata per le persone con disabilità rivolte agli operatori delle Zone distretto e delle Società della Salute. Su mandato regionale è stata progettata un’attività di accompagnamento e assistenza tecnica all’implementazione dello strumento del Budget di Salute a sostegno dei progetti individuali personalizzati. In stretta collaborazione con la Direzione Sanità Welfare e Coesione sociale - Settore Politiche per l’Integrazione sociosanitaria, è stata costituita una Comunità di Pratica alla quale partecipano un centinaio di professionisti attivi su tutto il territorio regionale.
Per saperne di più: Sergio Pasquinelli

Committente: Federsanità Anci Toscana

Comunità di Pratica sul contrasto alla povertà

2016 - in corso

Forte dell’esperienza venticinquennale in materia di supporto all’attivazione di politiche ed interventi di inclusione sociale a vari livelli istituzionali e particolarmente attivo negli ultimi anni in accompagnamenti e consulenze ai territori per l’implementazione del SIA, del REI ed ora del Reddito di Cittadinanza, l’Istituto per la Ricerca Sociale ha attivato, a partire dal 2016, una Comunità di Pratica sul contrasto alla povertà. Si tratta di un setting di apprendimento collettivo partecipato, basato sulla contaminazione tra esperienze, che rappresenta un’opportunità concreta per i territori per scambiare conoscenza, sviluppare competenze robuste, favorire relazioni e connessioni. Uno spazio di vicinanza, ascolto, prossimità comunicativa ed elaborazione di saperi, realizzato a partire da un doveroso aggiornamento sull’evoluzione normativa in atto, con approfondimenti tematici specifici, appare tanto più opportuno ed utile in questa particolare fase storica, in cui l’emergenza ancora in corso rende necessarie risposte urgenti, spesso inedite per i servizi, ed un generale ripensamento della presa in carico e dell’accompagnamento delle persone fragili. Il percorso si struttura in incontri seminariali e nella produzione di una newsletter tematica con cadenza periodica.

Committente: Multisponsor (15 Ambiti Territoriali Sociali del Centro-Nord Italia)
Per saperne di più: Daniela Mesini

Committente: Sponsor

WaW - Women at Work, Interreg Italia-Svizzera

2020 - 2022

Attraverso il Progetto WAW Women at Work, un progetto finanziato attraverso i fondi del programma INTERREG IRS ha sviluppato una riflessione metodologica relativa alle modalità di presa in carico e trattamento delle problematiche della popolazione target del progetto, ovvero le donne con disturbi borderline della personalità e donne vittime di violenza, tutte ospiti di strutture che hanno la finalità di riavviarle alla autonomia anche lavorativa. Il tema principale è stata l’analisi del costo della no action volto a stimare il beneficio sociale sulla collettività (in termini di risparmio economico per l’ente pubblico dato per esempio dal mancato aggravamento della situazione dei beneficiari o dal loro recupero di autonomia) e sui beneficiari, derivante dalla implementazione di un efficace percorso di reinserimento sociale e lavorativo.


Committente : Capofila del progetto Interreg: Il Sentiero Società Coop. Soc.
Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Senato della Repubblica

Costruzione di un sistema di valutazione delle caratteristiche dell'utenza del servizio sociale professionale territoriale di 1 livello

2020 - 2022

Al fine di favorirne la presa in carico mirata

Nel corso del 2020 e inizio 2021 IRS ha sviluppato un percorso di lavoro innovativo per il Comune di Milano. La richiesta della committenza era quella di sviluppare uno strumento di segmentazione/clusterizzazione dell’utenza che si rivolge al Servizio Sociale Professionale Territoriale di primo livello, e mettere a punto una articolazione dei progetti di presa in carico individuale in base ad elementi personali, familiari e di contesto nonché alle potenzialità evolutive di ciascuno. Abbiamo quindi costruito uno strumento di valutazione ‘ex ante’ rapido ed efficace della casistica che giunge al servizio, col coinvolgimento attivo delle direzioni centrali e dei coordinatori di tutti e nove i Municipi del Comune. Il gruppo ha lavorato alla costruzione dello strumento operativo che, a partire dalla analisi del bisogno e della condizione individuale e familiare, porta a delineare un progetto di intervento capace di integrare e valorizzare le risorse personali, familiari, della comunità di riferimento e del contesto territoriale in sinergia con le risorse messe a disposizione del servizio sociale.
Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Comune di Milano

Indagine sull'accesso ai servizisociosanitari

2021 - 2021

Da parte dell’utenza Rom Sinti Caminanti a Milano

Approfondimento relativo all’accesso ai servizi socio-sanitari e socio educativi da parte della popolazione Rom Sinti Caminanti insediata a Milano, in particolare per quanto riguarda i target più vulnerabili, ovvero le donne e i minori. Sono state analizzate le modalità di accesso, le barriere e le criticità presenti in alcuni servizi del territorio, mettendo in luce i fattori agevolanti od ostacolanti l’accesso.
Il progetto si inserisce nel più ampio “Progetto Salute: Promozione di strategie e strumenti per l’equità nell’accesso all’assistenza sanitaria di Rom, Sinti e Caminanti” coordinato da ATS della Città Metropolitana di Milano

Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Terre Des Hommes

Sviluppo di un modello partecipativo di monitoraggio e valutazione

2020 - 2021

Sviluppo di un modello partecipativo di monitoraggio e valutazione di impatto sociale delle iniziative regionali in materia di politiche giovanili e innovazione sociale

Nel corso del 2020 è stato impostato il modello di valutazione dell’impatto delle politiche giovanili e di innovazione in Puglia composto da strumenti in grado da un lato di  fornire alla committenza un quadro conoscitivo dell’impatto dell’intera politica, e dall’altro di offrire materiali informativi e conoscitivi utili allo sviluppo della programmazione di future azioni e di fornire all’UE informazioni di più largo respiro rispetto all’impatto generato dalle risorse erogate. Il modello consente anche la valutazione dell’impatto dei singoli progetti finanziati da ARTI/REGIONE nei contesti territoriali, attraverso lo sviluppo di un modello di valutazione replicabile, basato su un sistema di indicatori basati su strumenti di rilevazione forniti agli enti locali e ai beneficiari, che possa essere utile dal basso anche in chiave di autovalutazione.
Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Regione Puglia

Monitoraggio applicazione legge 112/16

2019 - 2021

La legge 112/16 e il relativo Fondo nazionale costituiscono un potente catalizzatore per avviare e sostenere progettazioni individuali di vita delle persone con disabilità grave prive di sostegno familiare. Il Comitato Officina Dopo di Noi ha promosso un’attività di ricerca quali-quantitativa sul livello di applicazione della norma a livello regionale. Il rapporto di ricerca curato dall’équipe Irs e i casi studio descritti dalle colleghe del Politecnico di Milano e di Fondazione Fits! sono contenuti nel volume edito nel 2021 da Maggioli. Il progetto è stato co-finanziato, tra gli enti partner, da Fondazione Cariplo e Fondazione Compagnia di San Paolo.
Committente: Comitato Officina Dopo di Noi
Per saperne di più: Claudio Castegnaro

La sostenibilità sociale nell’Agenda 2030

2020 - 2020

Abbiamo collaborato alla  realizzazione, per il Parlamento Europeo, dello studio Social Sustainability: Concepts and Benchmarks. Lo studio ha innanzitutto ricostruito, attraverso una analisi della letteratura internazionale, le differenti e spesso divergenti definizioni del concetto di sostenibilità sociale andando ad evidenziare le sfide e le lacune da colmare. Ha poi approfondito il tema della misurazione del concetto andando ad identificare i diversi sistemi di indicatori e di indici compositi, per metterne in luce i punti di forza e di criticità. Un’ampia porzione dello studio è poi stata dedicata alla individuazione delle modalità con le quali il concetto è stato implementato nel policy making europeo. Lo studio ha poi anche fornito una panoramica della sua integrazione nella pratica attraverso un approfondimento di progetti, iniziative e programmi realizzati in diversi paesi europei nell’ambito dei quali il concetto è stato sviluppato concretamente.
Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Parlamento europeo

Accademia per le persone con disabilità

2020 - 2020

Durante la fase pandemica da Covid-19, la Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno ha dato avvio a due Tavoli di coprogettazione dedicati i) all’Assistenza domiciliare per malati oncologici e terminali e ii) alla costituzione di una Accademia della formazione e del lavoro per persone con disabilità. Gli enti partecipanti al secondo tavolo erano Cooperativa sociale Artemista, Associazione Casa di Asterione, Cooperativa sociale Primavera, Cooperativa sociale Centimetro Zero, Cooperativa sociale Pa.Ge.F.Ha. Irs ha fornito supporto metodologico per la conduzione dei tavoli e l’elaborazione del progetto operativo unitario.
Il progetto di Accademia della formazione è in fase di realizzazione. L’Università Politecnica delle Marche sta collaborando con la Fondazione sul piano valutativo delle progettualità.
Per saperne di più: Claudio Castegnaro

Committente: Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno

“In farmacia per i bambini”

2019 - 2020

In Farmacia per i Bambini è un’iniziativa attivata a partire dal 2013 dalla Fondazione Francesca Rava, e avente come obiettivo di raccogliere farmaci pediatrici e prodotti baby care per aiutare i minori in povertà sanitaria, attraverso il coinvolgimento di enti e farmacie su tutto il territorio nazionale. Visto il marcato trend di crescita degli ultimi anni, la Fondazione ha affidato ad Irs una ricerca che approfondisse, attraverso opportune analisi quali-quantitative, le dimensioni e le ricadute dell’iniziativa, anche, dando voce ai diversi stakeholder coinvolti, al fine di fornire degli spunti di riflessione e di policy sul tema della povertà sanitaria e farmaceutica minorile. La ricerca, consistita in una websurvey estensiva, in focus group ed interviste, ha permesso di ricostruire geograficamente i differenziali nella propensione alla donazione ed i bisogni in termini di supporto di farmaci e prodotti pediatrici, nel più ampio quadro delle problematiche della povertà sanitaria minorile, sicuramente connessa alla povertà economica, ma anche al differente accesso alle cure.

Per saperne di più: Daniela Mesini

Committente: Fondazione Rava

Report "Caritas Cares!" relativo all’accesso ai servizi alla persona in Europa

2019 - 2019

IRS ha collaborato con Caritas Europa al progetto “Caritas Cares! Country reports and European report on poverty and inequalities in Europe” che ha visto coinvolti 17 paesi europei, con l'obiettivo principale di analizzare se e come vivere in condizioni di povertà o di esclusione sociale ostacoli l'accesso ai servizi sociali.
Sulla base di un questionario distribuito alle organizzazioni nazionali Caritas, sono stati realizzati 17 report nazionali e un report comparativo europeo che descrivono le criticità di accesso ai servizi da parte dei principali target di popolazione vulnerabile e i principali programmi e servizi messi in atto nei paesi in tema di accesso ai servizi alla persona, alla famiglia, all’infanzia, alla casa e al reddito minimo.
Per saperne di più: Chiara Crepaldi

Committente: Caritas Europa

Polo territoriale per le persone con disturbi dello spettro autistico

2019 - 2019

La Giunta comunale di Curno, dando attuazione a un preciso obiettivo di mandato, ha inteso rispondere alla mancanza sul territorio di un servizio dedicato a valutare e accompagnare ragazzi e giovani adulti con disturbi dello spettro autistico, mediante attività socio-occupazionali e di utilizzo del tempo libero finalizzate all’autonomia e all’inclusione sociale. L’équipe Irs ha realizzato una ricerca e analisi di fattibilità per un Polo di riferimento territoriale e successivamente un percorso di formazione alla coprogettazione in vista della possibilità di concorrere a un apposito Avviso per l’affidamento in gestione di un edificio polifunzionale di proprietà dell’Amministrazione. La procedura a evidenza pubblica è stata espletata e la realizzazione del Polo è attualmente in corso.

Per saperne di più: Claudio Castegnaro

Committente: Comune di Curno (BG)

Progettazione partecipata in tema di interventi di sostegno ai caregiver di pazienti affetti dalla malattia di Alzheimer

2017 - 2018

Irs ha condotto nel 2017 un percorso finalizzato a raccogliere suggerimenti per migliorare le attuali azioni che la Fondazione CARIPARO propone in materia di contrasto alla malattia di Alzheimer. La Fondazione ha quindi deciso di affidare a Irs la conduzione di un processo di progettazione partecipata delle prossime iniziative di contrasto all’Alzheimer, al fine di ripensare l’intervento giovandosi dei contributi progettuali e delle competenze degli addetti ai lavori che, nelle due aree territoriali provinciali, stanno operando. 
Il metodo di lavoro di progettazione partecipata è un metodo che si pone come strada opportuna per “favorire l’innovazione” in un contesto nel quale diverse competenze possano interagire, di modo da consentire lo sviluppo delle esperienze precedenti e la  sperimentazione e  generazione di nuove soluzioni.
Referente: Ugo de Ambrogio udeambrogio@irsonline.it

Committente: Fondazione Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

Percorso di accompagnamento all’autovalutazione dell’esperienza Bottega del terzo Settore

2016 - 2017

Da ottobre 2016 a dicembre 2017 l’Area Politiche e Servizi Sociali e Sanitari dell’Irs porterà avanti per conto della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno un percorso di valutazione dell’esperienza “Bottega del Terzo Settore”.
Il percorso si propone di raggiungere i seguenti obiettivi: 1) accompagnare le organizzazioni del Terzo Settore coinvolte nella “Bottega” all’acquisizione di competenze e strumenti relativi alla valutazione di progetti e interventi sociali; 2) promuovere la crescita e la consapevolezza di una “cultura della valutazione” tra i soggetti del Terzo Settore attivi nel contesto territoriale in cui opera la Fondazione Carisap; 3) favorire lo sviluppo di relazioni e sinergie positive affinché le competenze valutative apprese possano ulteriormente diffondersi e contribuire al miglioramento delle buone pratiche presenti.
Informazioni: Carla Dessi e Cecilia Guidetti

Committente: Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno

The investment plan and the Social Pillar: a step towards a new strategy for Europe

2016 - 2017

IRS sta conducendo uno studio per il CESE (Comitato economico e Sociale Europeo, un organo consultivo di rappresentanza presso la Commissione Europea) sul Piano di Investimenti per l’Europa, lanciato dal presidente della Commissione Europea Junker nel 2014 per rilanciare economia, sviluppo ed investimenti nell’Europa in uscita dalla crisi economica. Oggetto dello studio è una analisi delle tipologie e settori di investimento sostenuti dal Piano Junker nei primi due anni di attività, andando in particolare a considerare quanto il piano stia sostenendo relativamente alla promozione dell’inclusione sociale e quanto i progetti finanziati siano in grado di affrontare la sfida di una crescita più inclusiva per tutti. Il progetto, intitolato “The investment plan and the Social Pillar: a step towards a new strategy for Europe" verrà presentato a Bruxelles , al CESE, il 30 novembre.
 

Committente: Commissione europea

Budget di salute per le persone con disabilità. Studio per Isfol e Osservatorio Nazionale

2016 - 2016

Il Budget di salute rappresenta uno strumento per coniugare due piani fondamentali di policy: la necessità di promuovere l'autonomia e l'inclusione delle persone con disabilità, con i loro diritti e le loro capabilities; l’esigenza di integrare e rimodulare le risorse disponibili (pubbliche, private) secondo criteri di maggiore efficacia, equità, efficienza ed economicità. La ricerca, a cura dell’Area Politiche e Servizi Sociali e Sanitari dell’Irs, ha ricostruito tre esperienze territoriali in campo sociosanitario (Palmanova, Caserta, Modena) evidenziando degli elementi chiave per indirizzare una possibile estensione della metodologia su base regionale e nazionale. I principali risultati sono stati presentati alla V Conferenza Nazionale sulla Disabilità tenutasi nel settembre 2016.
Referente: Claudio Castegnaro (ccast@irsonline.it)
 

Scarica la presentazione in pdf

Committente: Isfol

Costruiamo il Welfare dei Diritti

2015 - 2016

Si è tenuto l'8 aprile 2016 il Convegno "Costruiamo il Welfare dei Diritti", Terzo incontro nazionale per una riforma del welfare sociale, durante il quale è stata presentata la ricerca pubblicata nel numero Speciale 2/2016 di PSS: Costruiamo il Welfare dei Diritti. Ridefinire le politiche sociali su criteri di equità ed efficacia.
Il testo presentato è frutto di un lavoro di gruppo, realizzato da ARS in collaborazione con il CAPP Università di Modena e Reggio Emailia e con Irs, e rappresenta lo sviluppo e l'approfondimento di precendenti proposte di riforma realizzate e pubblicate (PSS 20-22/2011 e 8-10/2013). La pubblicazione è a cura di Emanuele Ranci Ortigosa e Daniela Mesini, che hanno coordinato la ricerca, con la collaborazione di Paolo Bosi per la prima parte e di Valentina Ghetti per la seconda parte. L'elaborazione dei daiti IT-Silc è opera di Massimo Baldini.
Visita il sito dedicato al Convegno per maggiori informazioni

Piano sociale regionale umbro 2013-2016

2013 - 2016

Irs è impegnato in un nuovo percorso di accompagnamento formativo ai dirigenti e funzionari della Regione Umbria e agli stakeholders locali, finalizzato alla progettazione partecipata del piano sociale regionale 2013-2016. 
Il nuovo piano sociale che la Regione Umbria intende redigere ha le sue basi nelle due precedenti esperienze di piano sociale regionale, anche se oggi è necessario ridefinire la programmazione sociale sulla base di nuove strategie utili anche a far fronte ad un contesto economico e sociale molto diverso da quello di qualche anno fa. 
L'ipotesi di lavoro è pertanto di elaborare un piano snello, che anziché porsi una finalità di tipo "pedagogico", si proponga come strumento di programmazione operativa, in grado di fornire direzioni realistiche di sviluppo del welfare nell'attuale difficile momento di crisi socio-economica. 
In questo quadro Irs si propone di esercitare per la Regione Umbria una funzione di formazione, supervisione e accompagnamento al processo di costruzione del piano fornendo un supporto metodologico al processo e, allo stesso tempo, il proprio sguardo "nazionale", utile per confrontare le tendenze umbre con quelle in atto in altre aree del Paese.

Committente: Consorzio Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica

Corsi di formazione su bando Inps

2014 - 2015

Nell'ambito delle proposte formative Irs, l'Area Politiche e Servizi Sociali e Sanitari ha avviato due corsi di formazione su bando Inps:

1. Corso di Supervisione per assistenti sociali dell'U.E.P.E. Regione Lombardia 
Supervisione e continuo sviluppo professionale e personale sono prerequisiti per una buona pratica operativa. Da sempre strumento di sostegno alla professione, la supervisione si caratterizza come il percorso più idoneo per perseguire un miglioramento delle capacità d'analisi delle situazioni e della competenze relazionali nel rapporto con gli utenti e le loro famiglie, con i colleghi e con gli altri soggetti della rete dei servizi.
Il percorso intende perseguire i seguenti obiettivi operativi:
  • garantire uno spazio separato dall'operatività dove, attraverso la riflessione e il confronto, si possano affrontare momenti critici e individuare nuove ipotesi d'intervento;
  • sviluppare la capacità di riconoscere i propri sentimenti nella relazione d'aiuto per fare un uso di sé professionale; 
  • favorire la crescita e lo sviluppo dell'identità professionale;
  • favorire la competenza relazionale ed emotiva nella gestione dei conflitti; 
  • promuovere i rapporti tra gli assistenti sociali  per sviluppare una cultura professionale condivisa.
Attraverso la descrizione di ciò che si fa e delle modalità con le quali si costruiscono interventi e relazioni, gli operatori, opportunamente guidati, hanno la possibilità di riflettere sull'efficacia del proprio agire professionale, sulle scelte metodologiche adottate, sugli strumenti utilizzati e di trovare e sperimentare nuove opzioni di intervento.

2. Ruolo degli IIPP e UEPE Regione Emilia Romagna nella presa in carico dei dimittendi
A partire da quanto definito dalle normative vigenti e dalla recente circolare del DAP Regionale sull'umanizzazione della pena, finalità del percorso sarà realizzare un ricognizione, un confronto e una valutazione delle pratiche operative attualmente in uso per giungere ad individuare gli elementi principali di un protocollo d'intesa, che permetta di favorire i processi di presa in carico congiunta dei detenuti dimittendi con una particolare attenzione alla dimensione dei diritti.
In particolare il percorso persegue i seguenti obiettivi operativi:
  • approfondire la cornice normativa e condividere in particolare i contenuti della delibera sull'umanizzazione della pena recentemente prodotta dal DAP e dal Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria.
  • individuazione delle azioni da privilegiare per rendere operativa la delibera sopracitata e messa a punto di ruoli e funzioni dei diversi attori coinvolti
  • definizione condivisa di una bozza di protocollo operativo e seminario conclusivo
Dal punto di vista metodologico l'intervento si propone come occasione di formazione avanzata, in quanto promuove confronto e apprendimento finalizzato al miglioramento dei comportamenti organizzativi e professionali e, di conseguenza, degli interventi erogati; sarà pertanto un'occasione di riflessione e analisi che, partendo dalle situazioni professionali e dalle dimensioni e appartenenze organizzative, consentirà apprendimenti per una efficace costruzione ed implementazione di nuove modalità di lavoro. Durante il percorso si alterneranno input teorici a esercitazioni e riflessioni di gruppo partendo dalla realtà professionale dei partecipanti.

Committente: Inps

Welfare in azione

2014 - 2015

L’Area politiche sociali e sanitarie dell’IRS è stata selezionato da Fondazione Cariplo per realizzare la facilitazione progettuale delle idee vincitrici del primo step del bando Welfare in Azione.
Si tratta di un bando particolarmente innovativo, per la Fondazione e per il territorio a cui si rivolge. Non finanzierà, come d’abitudine, pratiche e progettualità sperimentali ma sosterrà un ripensamento complessivo e una trasformazione dei sistemi di welfare territoriale. Il bando si rivolge a reti territoriali pubblico-privato (profit e non) che si candidano a rivedere il sistema di welfare locale in chiave trasformativa, in grado cioè di coinvolgere la comunità e di riconnettere le risorse e le forze del territorio per rispondere meglio, e in modo diverso, ai bisogni delle persone e delle famiglie. Un bando inoltre altamente selettivo, poiché si propone di finanziare 7-8 progettualità su tutto il territorio lombardo (e parte di quello piemontese) per un triennio, mettendo a disposizione 10 milioni di euro, replicabile per tre annualità. Il 30 maggio oltre 80 territori lombardi hanno presentato le loro idee. La Fondazione selezionerà fino a 20 di quelle ritenute più meritevoli, le quali verranno affiancate dall’IRS in un percorso di facilitazione per passare alla definizione di una proposta progettuale vera e propria, candidata alla successiva selezione.  Tale percorso consentirà alle idee di precisare il progetto trasformativo, focalizzando l’attenzione su alcune dimensioni di fattibilità ed efficacia particolarmente importanti, ovvero la fattibilità sociale, tecnica, organizzativa, economica e politico-amministrativa.
Per informazioni rivolgersi a Emanuele Ranci Ortigosa

Committente: Fondazione Cariplo

European Foundation for the improvement of living and working conditions

2014 - 2015

L'Area Politiche e Servizi Sociali e Sanitarie dell'Irs ha vinto il bando di European Foundation for the improvement of living and working conditions su "Families in the economic crisis: mapping policy responses in 5 European Member States".
Lo studio coinvolgerà Italia, Spagna, Grecia e Lettonia e prevederà una analisi dell'evoluzione dei bisogni delle famiglie, in particolare di quelle con figli, negli ultimi 4 anni e una mappatura delle politiche messe in campo per affrontare la crisi.
Per informazioni: Chiara Crepaldi

Committente: Parlamento europeo

Bilanci sociali e patti per la sicurezza e la legalità in Regione Sicilia

2013 - 2015

IRS, insieme ad Amapola di Torino e al Centro Studi Sociali 'Pedro Arrupe' di Palermo, si è aggiudicata una gara per l'espletamento di un servizio di assistenza tecnica e consulenza gestionale a 28 amministrazioni pubbliche siciliane volto ad incrementare la cultura della responsabilità sociale, la trasparenza dell'azione amministrativa e la partecipazione dei cittadini. Il servizio, della durata di 24 mesi a partire dall'ottobre 2013, comporterà la progettazione di un modello regionale di rendicontazione sociale, anche orientato al miglioramento delle performance pubbliche, ed un accompagnamento sul campo delle amministrazioni territoriali coinvolte, finalizzato all'elaborazione di bilanci sociali e di patti per la sicurezza e la legalità (PO FESR Sicilia Asse 7, Linea d'intervento 7.2.1.2).

www.cittarete.it

Committente: Regione Sicilia

Regione Liguria: Gestione operativa e logistica del progetto Over to Over

2013 - 2015

Aiutare gli anziani che vivono soli e in case di proprietà ad affrontare le spese per la loro assistenza restando a casa propria: questo l’obiettivo del progetto europeo Over to Over, che vede l’Irs partner del capofila Regione Liguria, insieme a Regione Toscana e Dipartimento della Corsica del Sud. Il progetto muove verso l'istituzione di un soggetto pubblico che potrà assumere la forma di un’agenzia, di un’associazione o altro, che aiuti gli anziani intenzionati a continuare a vivere a casa propria a vendere l'appartamento in nuda proprietà o frazionare l'immobile per pagare le spese per la loro assistenza. Un'idea innovativa che parte dalla costituzione di una rete solidale di soggetti pubblici e privati che possano aiutare concretamente gli anziani che vivono soli a mantenere la loro autosufficienza mettendo a reddito i loro beni immobili.  

Scarica la presentazione in pdf

Committente: Regione Liguria

Regione Puglia, Progetto di ricerca e monitoraggio delle politiche di inclusione sociale

2012 - 2015

P.O. PUGLIA per il F.S.E. 2007/2013 - Obiettivo Convergenza - Avviso n. 2 /2012 Codice di Selezione OSR/3 Nel 2009
Regione Puglia ha dato avvio al secondo triennio di programmazione sociale fornendo gli indirizzi generali per l’attivazione e l’articolazione del percorso e approvando il Piano regionale politiche sociali. All’inizio del 2011 sono stati approntati gli strumenti di monitoraggio degli interventi a livello territoriale e della governance, nonché lo schema per la Relazione sociale che ogni Ambito era chiamato ad elaborare. Con l’accompagnamento tecnico dell’Irs è stata quindi realizzata la sperimentazione del “set minimo di indicatori” per il monitoraggio dei Piani sociali di zona. Su tale esperienza si basa il nuovo progetto “Monitoraggio dei Piani Sociali di Zona (II triennio) e Relazione sociale regionale” con un’attenzione particolare agli interventi di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale. Puntando a costruire un sistema in grado di fornire indicazioni, dati, valutazioni a livello regionale e locale, anche in riferimento al Piano regionale politiche sociali 2013-2015, Irs sta curando un percorso di affiancamento consulenziale specialistico per lo sviluppo e l’ulteriore articolazione del monitoraggio dei Piani Sociali di Zona ed un accompagnamento metodologico per la predisposizione della prima Relazione sociale regionale. La proposta progettuale è sviluppata in partnership con Cerpem, in stretta collaborazione con i dirigenti regionali e direttamente a supporto dell’Osservatorio regionale per le politiche sociali.

Committente: Regione Puglia

Riprogettazione del sistema dei servizi per la domiciliarità del Comune di Milano

2013 - 2014

All'interno del complessivo processo di riorganizzazione dei Servizi della Direzione Centrale Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di Milano, IRS ha condotto in questi mesi, in continuità con un precedente incarico, un'attività di assistenza tecnica finalizzata alla riprogettazione dei servizi nell'area della domiciliarità.
Il Comune di Milano, in attuazione del proprio Piano di Sviluppo del Welfare ha dato avvio a un processo di ripensamento relativo all'ambito di policy "Domiciliarità", nell'ottica di garantire un servizio trasversale ad anziani, persone con disabilità, minori ed adulti ripensando l'attuale conformazione dei servizi domiciliari.
In questo quadro, l'assistenza tecnica sviluppata da IRS si è concretizzata in tre distinte piste di lavoro:
  • Realizzazione di uno studio di fattibilità finalizzato alla collocazione dei custodi sociali nel piano di accreditamento sulla domiciliarità.
  • Accompagnamento e facilitazione del percorso di consultazione del terzo settore realizzato dell'Amministrazione in relazione alla definizione del piano complessivo di accreditamento sulla domiciliarità.
  • Realizzazione di un percorso di assistenza tecnica all'Amministrazione Comunale in ordine alla definizione dei requisiti di accreditamento per l'individuazione dei soggetti gestori dei servizi domiciliari.

Committente: Comune di Milano

Grand-mères de village

2013 - 2014

Nell'ambito del programma Leader, Irs è stata incaricata dal GAL della Alta Valle d'Aosta di sviluppare un progetto innovativo, quello delle Grand-mères de village. Il progetto nasce dal proposito di affrontare alcuni problemi strutturali nel territorio montano e cioè da un lato la carenza di adeguati servizi per le famiglie e dall'altro la necessità di combattere la solitudine delle persone anziane e rafforzare i legami all'interno delle piccole comunità. L'idea è quella di valorizzare e strutturare l'assistenza volontaria di vicinato. In tutto il territorio GAL sono sempre di più le donne anziane sole che dispongono di energie fisiche, tempo e motivazione per mettersi a disposizione della comunità. Le "nonne della Comunità" rappresentano quindi una soluzione immediata a bisogni occasionali di conciliazione manifestati dalle famiglie, e nel contempo diventano il veicolo di trasmissione intergenerazionale di cultura locale e valori sociali.

Committente: Comunità Montana Gran Paradis

Attività di monitoraggio e valutazione del servizio di custodia sociale del Comune di Milano

2011 - 2014

Prosegue l'attività di monitoraggio e valutazione del servizio di custodia sociale del Comune di Milano, servizio di prossimità e sostegno della domiciliarità e della sicurezza a favore dei cittadini residenti negli stabili di edilizia residenziale pubblica del Comune di Milano. Il progetto, che si concluderà nel mese di aprile del 2014, vede coinvolte l'Area Politiche e Servizi Sociali e Sanitari e l'Area Politiche Urbane in partnership con l'Istituto Amapola. Il progetto prevede la realizzazione di una fase di analisi e diagnosi organizzativa, una fase di elaborazione delle linee guida per la gestione del servizio, una fase formativa e laboratoriale per l'adozione e la condivisione delle linee guida e una fase di monitoraggio in itinere e valutazione del servizio.

Committente: Comune di Milano

Costruiamo il welfare di domani

2013 - 2013

Si è tenuto il 26 settembre 2013 il Convegno "Costruiamo il Welfare di domani" che è stata l'occasione per presentare la ricerca pubblicata nel numero Speciale 8-10/2013 di PSS: "Nella crisi, oltre la crisi. Costruiamo il Welfare di domani. Proposta per una riforma delle politiche e degli interventi socio-assistenziali attuale e attuabile".  A cura di P. Bosi, E. Ranci Ortigosa, con contributi di: M. Baldini, F. Bertoni, P. Bosi, E. Ciani, S. Colombini, M. Forni, A. M. Candela, D. Mesini, S. Pasquinelli , E. Pepe, M. Raciti, F. Ragazzini, E. Ranci Ortigosa, M. Sala, E. Università.
L'impostazione e le prime declinazioni delle proposte di riforma illustrate in questo fascicolo di PSS hanno avuto una prima presentazione pubblica a Milano il 29 settembre 2011, in un convegno con 500 partecipanti e qualificati interlocutori istituzionali (si veda Prospettive Sociali e Sanitarie n. 20-22/2011). Ad essa hanno fatto seguito vari scritti e confronti nel merito, in numerose sedi istituzionali, politiche, sindacali, sociali, culturali. L'ulteriore sviluppo, l'approfondimento e la verifica dell'agibilità economica e sociale delle proposte sono stati svolti da Ars, associazionenon profit, con il coinvolgimento dell'IRS e del Capp dell'Università di Modena e Reggio Emilia, la partecipazione delle Regioni Emilia Romagna e Puglia, il patrocinio di Fondazione Cariplo.
Visita il sito dedicato al Convegno per maggiori informazioni

Scarica l'executive summary della ricerca

Committente: Fondazione Cariplo

Consulenza per il piano strategico della Fondazione Cariparma

2012 - 2013

Nel corso del 2012 Irs ha svolto una consulenza a sostegno delle strategie di intervento della Fondazione Cariparma che ha evidenziato il percorso di cambiamento possibile nell'agire strategico della Fondazione.
In continuità con tale percorso, Irs ha portato avanti nel 2013 una seconda fase di consulenza, che ha avuto lo scopo di accompagnare e supportare la Fondazione nello sviluppo e nella promozione di cambiamento. Tale finalità è stata perseguita proponendo come obiettivo specifico l'inserire dati e informazioni di contesto, indirizzi strategici ed orientamenti operativi per la Fondazione nel documento di programmazione strategica che quest'ultima ha elaborato.

Committente: Fondazione Cariparma

Una professione alle corde? Gli assistenti sociali di fronte alla crisi del Welfare

2012 - 2013

La ricerca, condotta su mandato e con l'ampia collaborazione del Consiglio Regionale degli Assistenti Sociali della Lombardia, vuole fornire un'analisi degli impatti della crisi e dei tagli al welfare sul lavoro sociale e sul ruolo dell'assistente sociale in Lombardia. Grazie al supporto di Lombardiasociale.it la ricerca si è articolata su due livelli: per prima cosa è stata condotta un'indagine estensiva con un questionario strutturato on-line, cui era possibile accedere da dicembre 2012 a fine gennaio 2013, a cui hanno risposto circa 2700 assistenti sociali, circa  la metà degli iscritti al Consiglio Regionale. Di questa fase della ricerca fa parte il seminario formativo e di presentazione "Una professione alle corde? Gli assistenti sociali di fronte alla crisi del Welfare" tenutosi il 21/11/2012 che ha visto la partecipazione di circa 500 uditori.
La ricerca sta ora proseguendo con approfondimenti territoriali mediante focus group e il coinvolgimento dei gruppi provinciali di supporto alla formazione continua (Como, Mantova, Monza, Pavia, Lodi e Sondrio).
E' previsto un convegno finale di restituzione dei risultati a Giugno 2013.

Committente: Ordine Assistenti Sociali. Consiglio Regionale Lombardia

Osservatorio Welfare Provincia del Medio Campidano

2012 - 2013

Il progetto Osservatorio Welfare Provincia del Medio Campidano persegue l'obiettivo di fornire ai territori della provincia contributi appropriati per una buona programmazione sociale.
L'Istituto per la Ricerca Sociale di Milano, nell'ambito del progetto, sta svolgendo le funzioni di: definizione del Profilo d'ambito sovra-distrettuale, studio e implementazione di modelli di raccolta dati, presentazione/interpretazione dei dati, informazione sullo stato dei servizi e dell'offerta territoriale.
L'Osservatorio Welfare ha prodotto il Profilo d'Ambito previsto dalle Linee Guida regionali e una giornata seminariale  avente a tema lo sviluppo della programmazione sociale in ottica PLUS. Sono in fase di realizzazione: la ricostruzione del quadro d'offerta dei servizi socio-assistenziali a livello comunale e l'organizzazione di workshop formativi che coinvolgeranno gli operatori dei servizi e gli amministratori locali.

 

Committente: Provincia Medio Campidano

Laboratorio formativo e metodologico sulla realizzazione di indagini sociali nella tutela dei minori

2012 - 2013

All'interno del progetto 285 realizzato dal Comune di Milano Settore Servizi per i Minori e per le Famiglie in collaborazione con un'Associazione Temporanea di Impresa composta da Irs, cooperativa Comin, cooperativa Diapason, consorzio SIS e cooperativa Spazio Aperto Servizi è stato avviato un laboratorio metodologico sulla realizzazione di indagini sociali nell'ambito della tutela dei minori. Al laboratorio partecipano assistenti sociali, psicologi ed educatori, interni al Comune e appartenenti alle cooperative dell'ATI, che per i prossimi due anni si occuperanno di realizzare 500 indagini sociali e psico-sociali assegnate al Comune di Milano sperimentando nuovi assetti organizzativi e nuove metodologie di indagine. La finalità del laboratorio è quella  di costruire strumenti utili alla conduzione delle indagini e di mettere a punto un metodo di lavoro comune a tutti gli operatori che possa  rendere esportabili all'intero assetto dei servizi sociali della famiglia  del Comune di Milano le buone prassi sperimentate. La modalità di lavoro laboratoriale sta consentendo di lavorare sull'attivazione di confronti e riflessioni, analisi e scambi fra gli operatori, proponendo un ancoraggio all'esperienza professionale e promuovendo rielaborazione di capacità, riferimenti teorici e atteggiamenti professionali orientati alla condivisione di percorsi di sviluppo e miglioramento della pratica professionale.

Committente: Comune di Milano

Progetto ProAge

2012 - 2013

Il 5 giugno sono stati presentati ad Arvier, nella Comunità Montana Gran Paradis, i risultati del progetto ProAge finanziato attraverso il programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra 2007-2013. Si tratta di un  progetto di ricerca sui bisogni delle persone anziane e le risorse e i servizi disponibili sul territorio che si è spinto a sperimentare il servizio di Veille Sociale, un'attività di supporto agli anziani residenti nei Comuni della Comunità Montana. Quattro operatori del servizio si muovono quotidianamente sul territorio per monitorare le condizioni di vita e di salute in particolare degli anziani più fragili. Alla fine del primo trimestre di sperimentazione gli anziani seguiti sono già oltre 240 (8,5% della popolazione ultra 65enne), su oltre 700 contatti effettuati, avuti anche con molti anziani autosufficienti del territorio con lo scopo di promuovere una progressiva attivazione a livello di community.

Committente: Comunità Montana Gran Paradis

Valutazione di efficacia delle misure di assistenza economica e progettazione di una nuova architettura organizzativa e di finanziamento del sistema

2011 - 2013

Il progetto si è focalizzato sulla ricostruzione dei principali effetti raggiunti nell'ultimo triennio dal Reddito Minimo di Inserimento e dagli altri contributi di sostegno al reddito rispetto alla popolazione beneficiaria. Inoltre è stata analizzata la performance organizzativa dei servizi di assistenza economica di base al fine di poter pervenire a delle prime indicazioni di policy per la progettazione di una nuova architettura organizzativa e di finanziamento di un più moderno ed efficace sistema di safety net in Provincia di Bolzano.

Committente: Provincia di Bolzano

Progetto Puzzle

2011 - 2013

Si è concluso nel 2013 il Progetto Puzzle dedicato all'analisi di strumenti e metodi per la cooperazione tra servizi e l'empowerment degli utenti nel sistema di salute mentale dell'area milanese e l'esperienza finlandese. Finanziato dalla Commissione Europea quale progetto di sperimentazione sociale, è stato promosso da Progetto ITACA Onlus di Milano (project leader) in partnership con Irs, il Centro Psico-Sociale 4 e due partner stranieri: una clubhouse  finlandese (Nasinkulman Klubitalo) e una danese (Kildehuset, dove sono state svolte alcune attività di formazione), e con il supporto di Finnish Clubhouse Cohalition e della European clubhouse Federation.

Committente: Commissione europea